Al via il progetto uP_running!

maggio

15

2016

Il giorno 1 aprile 2016 hanno preso ufficialmente inizio le attività del progetto europeo uP_running (Take-off for sustainable supply of woody biomass from agrarian pruning and plantation removal), finanziato nell’ambito del programma quadro per la Ricerca e l’Innovazione Horizon 2020 nell’ambito del bando sulla Low Carbon Economy.
L’obiettivo di uP_running è promuovere e rafforzare l’utilizzo delle biomasse agricole (scarti di potatura e rimozione di alberi del settore olivicolo, viticolo e frutticolo) per la produzione di energia. Nella pratica attuale, i residui legnosi derivanti da potatura e rimozione delle piante sono ancora considerati un rifiuto di produzione e il trattamento degli stessi (spesso bruciati) rappresenta un aggravio di lavoro e di costi per gli operatori agricoli.
Al fine di superare le barriere tecniche ed economiche che attualmente impediscono l’uso alternativo delle biomasse agricole, il progetto intende diffondere conoscenze, metodi, tecniche che consentano di favorire la cooperazione tra diversi attori (agricoltori, produttori di biomasse, produttori di macchine contoterzisti, consulenti impiantisti, produttori di tecnologia, consulenti tecnici in agricoltura e utilizzatori finali) per valorizzare le filiere agro-energetiche pugliesi.
Le premesse partono sia da casi europei che hanno già intrapreso questo percorso, sia da esperienze di ricerca pregresse sia dalla competenza dei partner coinvolti in uP_running che rappresentano enti di ricerca e associazioni di rappresentanza agricola ed agroindustriale. La Fondazione CIRCE (Spagna), coordina il progetto, con la partecipazione di Asaja Huesca (associazione agricoltori, Spagna), CERTH e Paseges, (rispettivamente ente di ricerca e associazione agricola, Grecia), Università degli studi di Foggia e D.A.Re. (Puglia, Italia), il Scientific Engineering Centre – “Biomass” e l’Associazione “Ukrainian Agribusiness Club” (Ucraina), insieme alla Camera degli agricoltori HPK (Croazia), Confagri (Portogallo) e Service Coop de France (Francia).
La partecipazione di D.A.Re. e dell’Università degli studi di Foggia garantirà il pieno coinvolgimento degli stakeholders pugliesi. In particolare, D.A.Re. favorirà il coinvolgimento del settore produttivo (produttori agricoli, associazioni, produttori di macchine agricole) e coordinerà tutte le attività di comunicazione, previste dal progetto.
In questo contesto, D.A.Re. si farà portavoce, a livello nazionale ed europeo, delle esigenze dei diversi stakeholders affinché possano essere prese in carico dalle politica, piani di azioni e finanziamenti a beneficio della cosiddetta “economia circolare”.

Lascia un commento

La tua e-mail non sarà pubblicata

Puoi usare i seguenti attributi e tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Contatti

DARE

Francesca Volpe
Distretto Agroalimentare Regionale s.c.r.l.
f.volpe@darepuglia.it

UNIFG

Massimo Monteleone
Università degli Studi di Foggia
massimo.monteleone@unifg.it